Play Out, pareggio d’oro a Melfi: Pane superstar

0
15 views

L’Akragas esce indenne dallo stadio di Melfi al termine di 93 minuti giocati quasi esclusivamente in difesa. Tra le due formazioni, è il terzo pareggio su tre partite giocate nella stagione in corso.

E’ stata una gara difficile, contro un avversario che ha dimostrato di avere più qualità (nonostante la posizione finale in classifica) e soprattutto più gamba.

Sono stati tanti gli attacchi verso la porta di Pasquale Pane, il migliore in campo, che si è opposto sistematicamente alle conclusioni dei vari De Angelis, Gammone e De Vena. Da elogiare comunque la prestazione dei giovani di Di Napoli, ancora “orfani” di Pezzella e soprattutto di Palmiero che rientrerà dopo aver scontato i due turni di squalifica. Tanto cuore e tanta voglia di portare a casa un risultato positivo che potrebbe significare il raggiungimento di un risultato insperato dopo il mercato invernale.

LA PARTITA 

Prima frazione di gioco che vede i gialloverdi in evidenza, con De Angelis fermato sulla via del gol solo grazie a un Pane in formato Superman e uno sfortunato tiro di Obeng fermatosi sulla linea.

Nella ripresa continua l’assalto della formazione di Aimo Diana ma i biancazzurri, con un po’ di mestiere e un po’ di fortuna, riescono a mantenere lo 0-0.

La formazione di Di Napoli non ha mai creato problemi alla retroguardia gialloverde mentre tra i “Giganti”, ancora una volta, Pasquale Pane è stato il migliore in campo.

Si è rivisto anche Klaric ma soltanto negli ultimi minuti quando è subentrato ad un evanescente Cocuzza.

Al termine della partita, Di Napoli, non ha nascosto un pizzico di delusione per la prestazione: “Oggi era solo una delle due partite – ha detto al termine il tecnico -, siamo soddisfatti per il punto, non tanto per la prestazione perché dai miei ragazzi voglio di più. Avevamo preparato delle giocate, ma ce ne sono riuscite solo alcune. Dovevamo essere più concreti, più decisi nella fase offensiva.

Il ritorno lo prepareremo con l’entusiasmo di sempre. Noi siamo una squadra che deve lavorare sempre a mille, voglio una squadra spensierata, folle, perché è quello che ci ha portato a raggiungere, per gli altri inaspettatamente, i play out. Però noi, credo che per il campionato che abbiamo fatto, meritavamo la salvezza diretta” ha concluso.

Poi un ringraziamento ai 60 tifosi arrivati in Basilicata dopo un lungo viaggio: “Siete stati dei veri giganti, grazie per il sostegno che ci avete dato. Vi aspettiamo domenica perché abbiamo bisogno del vostro supporto”.

Adesso la strada per la salvezza, per entrambe le squadre, passerà per la gara di ritorno di domenica prossima all’Esseneto.

Si gioca domenica 28 maggio alle 16:00, ai biancazzurri basterà non perdere e mettere in campo quella voglia di vincere che i tifosi si aspettano.

IL TABELLINO

Melfi: Gragnaniello, Bruno, Grea, Laezza, Foggia (Al 84’ De Vena), Esposito (Al 70’ Marano), De Angelis, Romeo, Gammone, Obeng, Vicente. All.: Diana. A disp.: Viola, Libutti, Battaglia, Pandolfi, Ferraro, Demontis, Mangiacasale, Gava.

Akragas: Pane, Mileto, Russo, Thiago, Coppola, Bramati, Sepe, Longo, Leveque (Al 78’ Rotulo), Salvemini, Cocuzza (Al 82’ Klaric). All. Di Napoli. A disp.: Addario, Tardo, Sicurella, Petrucci, Minacori, Caternicchia, Blandina, Cochis, Amella.

Arbitro: Bertani di Pisa

Note: ammoniti Bruno, Esposito (M), De Angelis (M); Mileto (A).